Accesso utenti
Iscriviti alla SICuPP

iscriviti

Cerca nel sito

Qui troverete le notizie selezionate e commentate per voi dai Colleghi attenti scrutatori della rete.

Per leggere interamente i più recenti contributi è necessario effettuare prima il login, utilizzando le vostre consuete password di accesso al sito.

Se non le avete o le avete perdute, richiedetele scrivendo a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Benvolentieri accettiamo contributi da tutti i soci !!

Disponibili per gli utenti registrati:

  • Microbiota e rischio obesità
  • Scuola e disabilità
  • Certificato sportivo, abolito l'obbligo per i bambini fino a 6 anni
  • Il volto inatteso della fame nascosta
  • I risultati della IS sull'obbligo vaccinale
  • Genitori e scuola
  • Un regalo di fine anno per i pediatri di famiglia
  • Latte per bambini contaminato con la salmonella
  • Linee guida anticontagio per gli studi pediatrici
  • Certificati assicurativi per incidenti stradali
  • Errori nell’interpretazione automatizzata dell’ECG
News

PIer Luigi Tucci

Pier Luigi Tucci
Il turismo, oltre a vantaggi economici, porta anche come effetto collaterale un forte impatto sull'ambiente. Avete certamente sentito parlare ad esempio per Venezia e ora anche per Firenze, di overtourism, ovvero "il fenomeno secondo cui una destinazione popolare o una particolare vista viene invasa dai turisti in modo insostenibile". L’overtourism è solo un esempio di ciò che accade quando sempre più persone cercano di consumare una risorsa comune, come città, ma anche spiagge e aree naturali, determinando anche una forte pressione sull’ambiente, esasperando la produzione di rifiuti urbani, aumentando il traffico, le emissioni acustiche e atmosferiche, gli sprechi di acqua ed energia, comportando un sovraccarico di reflui urbani da depurare ed un depauperamento delle risorse naturali. E’ quindi una responsabilità da gestire sia attraverso scelte politiche e amministrative adeguate, sia soprattutto dal mettere in atto, ciascuno di noi che va in vacanza, buone pratiche sostenibili.

Leggi tutto...

 
News

PIer Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Il problema della resistenza antimicrobica (AMR) e della morbilità e mortalità associate a patogeni batterici resistenti agli antibiotici non è nuovo. Tuttavia, l'AMR è aumentata a un ritmo allarmante con l'apparizione di malattie causate da batteri che esibiscono resistenza non solo ad una, ma a più classi di antibiotici. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), sostenuta da governi, ministeri della salute e agenzie sanitarie, ha formulato piani d'azione globali per combattere l'aumento della resistenza antimicrobica, sostenendo una serie di iniziative comprovate come la gestione antimicrobica, investimenti nello sviluppo di nuove classi di antibiotici e programmi progettati per eliminare l'uso inappropriato di antibiotici. I vaccini come strumenti per ridurre l'AMR sono stati storicamente sottostimati, tuttavia l'effetto positivo sulla riduzione dell'AMR è stato ben stabilito. C'è infatti un crescente apprezzamento per il ruolo dei vaccini nell'affrontare il problema della resistenza antimicrobica (AMR).

Leggi tutto...

 
News

Pier Luigi Tucci

 

di Pier Luigi Tucci

Pubblichiamo la traduzione della Dichiarazione di Budapest sui Diritti, la Salute e il Benessere di Bambini e Giovani Migranti, (e il cui testo originale in inglese potete ugualmente consultare), prodotto dalla International Society for Social Pediatrics and Child Health (ISSOP) a Budapest nell’ottobre del 2017.

Anche se sono principi generali penso che sia un documento che pone in luce il ruolo professionale, sociale e politico dei pediatri in questo settore, ruoli che qui in Italia sono già sviluppati, e che potrebbero ancor più essere implementati.

Vai al documento.

 
Altri articoli...
Rubrica curata da:

Giuseppe Ragnatela

 

Teresa Cazzato