Accesso utenti
Iscriviti alla SICuPP

iscriviti

Cerca nel sito

Il problema della carenza degli specialisti e dei pediatri in particolare è noto da tempo. Per il nostro settore sono previsti massicci pensionamenti che acuiranno la già critica situazione attuale. Vi sono state negli anni proposte e discussioni sulla riorganizzazione della rete pediatrica, senza però interventi incisivi da parte delle istituzioni. Nel 2015 vi è stato il Decreto di riforma delle scuole di specializzazione, che ha sancito la nascita di un triennio generalista seguito da un biennio differenziato per le cure primarie, secondarie o terziarie. Nell’ambito del biennio ad indirizzo nelle Cure Primarie è prevista l’acquisizione di competenze tipiche della Pediatria di Famiglia e la frequenza nei nostri studi.

Nel numero di gennaio-febbraio del magazine della SIP “Pediatria” è comparso una lettera dei direttori delle neonatologie e delle pediatrie piemontesi che denunziava le carenze di organico ed il rischio di una débâcle dell’assistenza pediatrica.
Il problema della carenza degli specialisti e dei pediatri in particolare è noto da tempo. Per il nostro settore sono previsti massicci pensionamenti che acuiranno la già critica situazione attuale. Vi sono state negli anni proposte e discussioni sulla riorganizzazione della rete pediatrica, senza però interventi incisivi da parte delle istituzioni. Nel 2015 vi è stato il Decreto di riforma delle scuole di specializzazione, che ha sancito la nascita di un triennio generalista seguito da un biennio differenziato per le cure primarie, secondarie o terziarie. Nell’ambito del biennio ad indirizzo nelle Cure Primarie è prevista l’acquisizione di competenze tipiche della Pediatria di Famiglia e la frequenza nei nostri studi.

Nello stesso numero vi è anche un editoriale del Presidente SIP, Alberto Villani, che ipotizza alcune soluzioni alla carenza dei pediatri e soprattutto al mancato turn over.

Il Consiglio Direttivo SICuPP ha ritenuto di esprimere il proprio parere in merito al problema in generale e alla specifica proposta del Presidente SIP, stigmatizzando la profonda differenza che esiste nell’esercitare il mestiere di Pediatra nel setting Ospedaliero, rispetto a quello delle Cure Primarie.

SICuPP ritiene che un tamponamento della situazione di carenza non possa prescindere da una profonda e radicale riorganizzazione della rete ospedaliera e dalla eliminazione delle duplicazioni dell’assistenza, anche a livello territoriale.

Vi invito a leggere il documento.

Con l’obiettivo di mantenere i risultati di salute finora garantiti alla popolazione infantile e nell’interesse primario dei bambini e delle loro famiglie, dovremmo avere il coraggio di prendere coscienza delle diverse funzioni dei vari attori del sistema; differenziare la loro formazione, incentivare la loro voglia di progredire professionalmente, ma anche condividere Percorsi Diagnostico Assistenziali, costruiti insieme e con pari dignità.

Soluzioni facili non ve ne sono, ma non è certo solamente ipotizzando un travaso di pediatri più “esperti” dall’ospedale a territorio che possiamo garantire nel futuro un’efficiente assistenza pediatrica.

 

Nuotare contro corrente. Povertà educativa e resilienza in Italia

Pier Luigi Tucci

di Giuseppe Ragnatela

La povertà educativa è la privazione, per i bambini e gli adolescenti, dell’opportunità di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni.
In Italia un milione trecentomila bambini vivono in condizioni di povertà assoluta. I bambini delle famiglie più povere hanno, rispetto ai loro coetanei, una maggiore probabilità di fallimento scolastico,rischiano in misura maggiore di lasciare precocemente la scuola e di non raggiungere livelli minimi di apprendimento. A loro volta, questi minori privati dell’opportunità di far fiorire il proprio talento,soffriranno, con tutta probabilità, la privazione economica e sociale da adulti.

Leggi tutto...

 

Il Bambino Gesù presenta la Carta dei Diritti del Bambino Inguaribile

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Dopo i casi Alfie e Charlie, l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù ha messo a punto un documento per promuovere l’alleanza terapeutica e il sostegno ai bambini con malattie gravi e inguaribili aprendo anche un futtuoso dibattitto tra medici, politici, bioeticisti e uomini di Chiesa .

Nel corso di un seminario tenutosi il 28 maggio 2018 è stata presentata la “Carta dei Diritti del Bambino Inguaribile”, nata dall’elaborazione delle precedenti Carte nazionali e internazionali dei diritti dei bambini in Ospedale, alla luce dei progressi compiuti dalla medicina e delle più recenti direttive europee nel campo dei diritti all’assistenza sanitaria transfrontaliera.

Leggi tutto...

 

Dichiarazione di Budapest

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Pubblichiamo la traduzione della Dichiarazione di Budapest sui Diritti, la Salute e il Benessere di Bambini e Giovani Migranti, (e il cui testo originale in inglese potete ugualmente consultare), prodotto dalla International Society for Social Pediatrics and Child Health (ISSOP) a Budapest nell’ottobre del 2017.

 

Leggi tutto...

 

 

Microbiota e rischio obesità

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Sempre novità nei fattori condizionanti lo sviluppo dell’obesità nei bambini. Oltre ai fattori genetici ed epignetici un ruolo sembra averlo anche il microbiota. In un recentissimo studio pubblicato sul numero del 19 febbraio 2018 di JAMA Pediatrics  (Microbiota in Intergenerational Transmission of Overweight and Obesity From Mother to Offspring, Hein M. Tun e coll. for the Canadian Healthy Infant Longitudinal Development (CHILD) Study Investigators JAMA Pediatr. Published online February 19, 2018. doi:10.1001/jamapediatrics.2017.5535).

Leggi tutto...

 

Scuola e disabilità

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Nell’ambito del sempre maggior coinvolgimento dei pediatri di famiglia nella gestione sanitaria delle cronicità, i bambini con disabilità hanno un posto sempre più importante e presentano la necessità di una gamma di risposte complessa e integrata di supporto al bambino e alla famiglia per sviluppare al massimo le potenzialità residue.

Leggi tutto...