Accesso utenti
Iscriviti alla SICuPP

iscriviti

Cerca nel sito

Congresso nazionale SICuPP 2019

 

L’uso di antibiotici e antiacidi nei primi 2 anni di vita si associa a obesità infantile

Pier Luigi Tuccidi Pier Luigi Tucci
Le alterazioni del microbiota intestinale sono associate all'obesità. L'esposizione precoce ai farmaci, compresi i soppressori dell'acidità e gli antibiotici, come già intravisto in precedenti lavori, può alterare il biota intestinale e può aumentare la probabilità di sviluppare obesità. In questo studio sono stati studiati l'associazione di antibiotico, antagonisti del recettore istamina-2 (H2RA) e inibitori della pompa protonica (PPI) durante la prima infanzia con una diagnosi di obesità.

Leggi tutto...

Allergie alimentari

PIer Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

Il Ministero della Salute ha recentemente pubblicato sul suo sito un documento di indirizzo e stato dell’arte (2018) su Allergie Alimentari e Sicurezza del Consumatore, con un allegato sulle Domande e Risposte più Frequenti (FAQ).

Un documento molto utile per poter indirizzare correttamente anche i bambini con supposta allergia alimentare verso centri che abbiano la possibilità di fare gli esami più idonei per confermare una diagnosi che, come abbiamo anche letto in una precedente news, è sovrastimata e non adeguatamente gestita. Il documento al riguardo evidenzia anche la disomogeneità di tale specifica diagnostica allergologica, che vede nel test da carico con alimento l’unico vero presidio per la diagnosi definitiva delle allergie alimentari, e che è condotto solo in poche strutture pediatriche per carenza di personale, mancanza di esperienza, costi e tempo.

Leggi tutto...

Allarme Allergie - l'incidenza di allergie riferite dai genitori nei bambini che si presentano per anestesia generale.

PIer Luigi Tuccidi Pier Luigi Tucci

I pazienti pediatrici segnalano sempre più allergie, comprese allergie a cibo e farmaci. Questo studio ha cercato di determinare l'incidenza e la natura delle allergie riferite dai genitori nei bambini che si presentano per la chirurgia e il suo significato per gli anestesisti. Sono stati raccolti in modo prospettico i dati demografici dei pazienti, quelli anamnestici di atopia e informazioni più complete raccolte se veniva segnalata un'allergia. Un immunologo clinico e un anestesista hanno esaminato la documentazione di tutti i pazienti che hanno segnalato un'allergia.

Leggi tutto...

I prodotti omeopatici possono prevenire e curare le infezioni delle vie respiratorie nei bambini?

Angela Pasinato Marina Picca

I prodotti omeopatici possono prevenire e curare le infezioni delle vie respiratorie nei bambini?

Commento a cura di Marina Picca e Angela Pasinato

Le infezioni delle vie aeree rappresentano una delle più comuni patologie dell’età pediatrica e la loro gestione impegna molto tempo del pediatra. Costituiscono inoltre uno dei più frequenti motivi di prescrizione di farmaci, sono spesso fonte di preoccupazione ed ansia nelle famiglie, creano, frequentemente, difficoltà organizzative ed economiche (lavoro di entrambi i genitori, costi, mancanza di sostegno da parte di altre figure familiari di accudimento ecc.).

Leggi tutto...

Antipsicotici in età evolutiva a totale carico del SSN

PIer Luigi Tuccidi Pier Luigi Tucci

L’utilizzo dei farmaci in pediatria e ancora caratterizzato dall’essere frequentemente off label; in particolare per alcune classi come gli psicofarmaci. Lo stato regolatorio tra le nazioni varia ampiamente sia per i farmaci registrati, che per l’eta e l’indicazione d’uso. Tra gli psicofarmaci l’uso off label degli antipsicotici è frequente in Italia dove l’allineamento all’uso consolidato delle evidenze e in ritardo rispetto ad altre nazioni cosi da penalizzare un uso appropriato di questi farmaci. In particolare, è frequente l’uso off label di aripiprazolo, litio, pimozide, risperidone.

Leggi tutto...

Agrochimici e antibiotici in combinazione aumentano l'evoluzione della resistenza agli antibiotici

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

La resistenza agli antibiotici nei nostri agenti patogeni è il cambiamento climatico della medicina: è causato dall'attività umana e porta ai risultati più estremi. La resistenza emerge nelle popolazioni microbiche quando gli antibiotici agiscono sulla varianza fenotipica all'interno della popolazione. Ciò può derivare dalla diversità genotipica (derivante da una mutazione o trasferimento genico orizzontale), o da differenze nell'espressione genica dovuta alla variazione ambientale, indicata come resistenza adattativa. I cambiamenti adattivi possono aumentare la forma fisica permettendo ai batteri di sopravvivere a concentrazioni più elevate di antibiotici. Possono anche ridurre la forma fisica, portando potenzialmente alla selezione per la resistenza agli antibiotici a concentrazioni più basse. Esistono opportunità per altri fattori di stress ambientale per promuovere la resistenza agli antibiotici in modi che sono difficili da prevedere utilizzando saggi convenzionali.

Leggi tutto...

Abbattiamo il muro del silenzio

Giuseppe RagnatelaViolenza assistita: in Italia 427 mila bambini, in soli 5 anni, testimoni diretti o indiretti dei maltrattamenti in casa nei confronti delle loro mamme.

Ề stato presentato il 5 Luglio il dossier “Abbattiamo il muro del silenzio”.

Il documento è stato elaborato dall’Istat per l’organizzazione “Save the children” e presenta una analisi sia in termini quantitativi sia in termini qualitativi del fenomeno violenza assistita.

Cos’è la violenza assistita? Secondo la definizione fornita dal CISMAI (Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso all'Infanzia) per violenza assistita da minori in ambito familiare si intende “il fare esperienza da parte del bambino di qualsiasi forma di maltrattamento, compiuto attraverso atti di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica, su figure di riferimento o su altre figure affettivamente significative adulte e minori. Inoltre, il bambino può fare esperienza di tali atti direttamente quando questi avvengono nel suo campo percettivo e/o indirettamente quando il minore ne è a conoscenza”.

Leggi tutto...

Elettrosmog. 10 consigli utili per ridurre l’esposizione ai campi elettromagnetici in ambienti indoor

Pier Luigi Tucci

di Pier Luigi Tucci

In quest’ottica, la Società Italiana di Medicina Ambientale ha redatto un decalogo in cui vengono elencate alcune misure e comportamenti pratici che i cittadini possono decidere di adottare ai fini della riduzione dell’esposizione ai campi elettromagnetici non ionizzanti.

Va precisato che si tratta solo di consigli, che non si basano assolutamente sulla comprovata pericolosità dei CEM ai livelli che si riscontrano nella vita di tutti i giorni. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha incluso l’elettrosmog tra le quattro principali emergenze del Pianeta.

Leggi tutto...

Dormire bene rende i bambini più magri

Paolo Brambilla Flavia Ceschin Emanuela Malorgio

di Paolo Brambilla, Flavia Ceschin, Emanuela Malorgio

Così sostengono un Gruppo di ricercatori della Nuova Zelanda (Taylor RW et al. Sleep, nutrition, and physical activity interventions to prevent obesity in infancy: follow-up of the Prevention of Overweight in Infancy (POI) randomized controlled trial at ages 3.5 and 5 y. Am J Clin Nutr 2018;108:228-36.)

L’obesità infantile è un problema serio in tutto il mondo e gli scarsi risultati nella sua cura incorag-giano la ricerca di efficaci strategie preventive da attuarsi fin dai primi mesi di vita. Tuttavia, le stra-tegie basate su alimentazione corretta e stile di vita attivo del bambino hanno dato spesso risultati deludenti. In alternativa alcuni studi dedicano ora attenzione alla prevenzione delle difficoltà del sonno.

Leggi tutto...

 

"L'importanza del gioco: un contributo pediatrico nella promozione dello sviluppo nei bambini piccoli"

Monica Pierattelli

di Monica Pierattelli

L’Accademia Americana di Pediatria ha recentemente pubblicato una nuova Guida per il medico - The Power of Play: A Pediatric Role in Enhancing Development in Young Children - "L'importanza del gioco: un contributo pediatrico nella promozione dello sviluppo nei bambini piccoli", Yogman, Hirsh-Pasek, Pediatrics Vol. 142, n. 3, Sept. 2018.


Sul Corriere della Sera è apparsa pochi giorni dopo una ampia recensione su questo tema con interviste ad alcuni neuropsichiatri che hanno rimarcato la differenza tra la realtà americana e quella italiana, soprattutto in merito alla organizzazione scolastica. Infatti negli Stati Uniti i più piccoli sono sottoposti ad attività performanti e a programmi che non contemplano l’ozio o i tempi morti. E quindi Michael Yogman, uno degli autori principali del rapporto, conclude: «Stiamo raccomandando ai pediatri di prescrivere il gioco” perché l’attività ludica è fondamentale per la costruzione del cervello e rappresenta un importante cuscinetto anti stress.
Dopo aver puntualizzato i tanti benefici del gioco l’articolo si chiude con una affermazione della psicopedagogista Susanna Mantovani, professoressa emerita alla Bicocca di Milano, che ci coinvolge come categoria: “Se poi la raccomandazione arriva dal pediatra di famiglia, tanto meglio. Da noi in Italia sono ancora ascoltati. Per fortuna”.
Questa valorizzazione del nostro ruolo riteniamo sia un motivo in più per porre attenzione a questo documento, cercando di trarne informazioni utile al fine di promuovere la salute dei nostri assistiti e svolgere quel sostegno alla genitorialità che ha sfaccettature sempre più ampie. Al riguardo abbiamo inserito una tabella riassuntiva su cosa potremmo suggerire alle famiglie nelle varie fasce di età.
Il documento è stato tradotto e riassunto da Monica Pierattelli, Presidente Sezione Toscana della SICuPP e da Cristina Taddei Fisioterapista specialista in Area Pediatrica - Firenze

Leggi tutto...

 
Lo Studio Pediatrico

Lo Studio Pediatrico

E’ uscito il nuovissimo libro sulla organizzazione dello studio pediatrico!!
Organizziamoci per lavorare (e vivere) meglio.

Clikka qui per vedere i contenuti ed accedere agli sconti dedicati ai soci SICuPP

Ultimi contenuti inseriti